Dermatite da pannolino

Descrizione generale

La dermatite da pannolino è un’infiammazione con arrossamento (eritema) della pelle del neonato che interessa principalmente l’area solitamente ricoperta dal pannolino. È una condizione molto frequente nei primi mesi di vita, quasi sempre priva di conseguenze, ma inevitabilmente fastidiosa per il bambino. Le cause che inducono la dermatite da pannolino sono molteplici: contatto prolungato con urine e feci, introduzione di nuovi cibi nella dieta, infezioni batteriche e/o fungine, sfregamento del pannolino troppo stretto. Pochi accorgimenti di tipo igienico possono prevenire la dermatite da pannolino, ma nel caso non fossero sufficienti, è possibile intervenire con dei prodotti che aiutino a proteggere la pelle e la riparino qualora fosse già compromessa.

 

Cosa sente il bambino

La dermatite da pannolino è caratterizzata dai sintomi seguenti:

  • Segni sulla pelle: arrossamento, gonfiore e dolore nella zona del pannolino, cioè sederino, cosce e genitali.
  • Cambiamenti d’umore del bambino: probabilmente noterete che vostro figlio è più irritabile del solito, soprattutto quando gli cambiate il pannolino. I bambini che soffrono di dermatite da pannolino si agitano o piangono quando la zona del pannolino viene lavata o toccata. Le feci del bambino possono inoltre risultare più liquide e maleodoranti del solito.

La dermatite da pannolino può essere intermittente; si manifesta con maggior frequenza nei bambini fino a 15 mesi, soprattutto tra gli 8 e i 10 mesi.

 

Come risolvere il problema

I rimedi che possono aiutarci in questo caso sono:

Pantenolo: conosciuto anche come pro-vitamina B5, è noto per le sue proprietà idratanti, lenitive e riparatrici dello strato corneo.

Estratto di fiori di calendula: la pianta è nota per le sue proprietà cicatrizzanti e lenitive; svolge un’azione emolliente, filmante e protegge la cute irritata.

Betaglucano: ingrediente di origine naturale, è una sostanza dalle caratteristiche lenitive ed idratanti, oltre che protettive e riparatrici della cute.

Allantoina: ingrediente naturale che contribuisce alla formazione di tessuto epiteliale, per cui svolge un’importante azione dermoriparatrice.

Bisabololo: componente principale dell’olio essenziale di camomilla, è noto per la sua azione lenitiva e disarrossante.

Olio di mandorle dolci: ingrediente naturalmente ricco di vitamina E e B, svolge un’azione emolliente

Per quanto riguarda invece i rimedi omeopatici, possono essere adottati i seguenti:

Viola Tricolor: se compaiono pustole pruriginose

Belladonna: se la cute è molto infiammata ed arrossata

Graphytes: se l’eritema prevale nelle pieghe di flessione e compaiono crosticine e secreto giallastro maleodorante.

Chamomilla: rimedio utile in caso di arrossamento con infiammazione dell’area anale-genitale

Mezereum: utile quando presente una complicanza di origine batterica o micotica

 

Prevenzione e cura

La dermatite da pannolino è un problema frequente nei primissimi mesi di vita dei bambini.

Quando non è associata a infezioni particolari, cioè nella maggior parte dei casi, la dermatite da pannolino si può curare semplicemente:

 

  • mantenendo asciutta e pulita la zona arrossata
  • applicando alcuni prodotti specifici, per i quali non serve prescrizione medica
  • cambiando spesso il pannolino

 

È anche possibile prevenire la dermatite da pannolino, seguendo ad esempio alcune semplici indicazioni come: cambiare spesso il pannolino, risciacquare il sedere del bambino, dopo ogni cambio di pannolino, asciugare accuratamente le natiche, i genitali e le cosce, non stringere troppo il pannolino.

Prodotti correlati