I Sintomi Influenzali: Quali Sono e Come Riconoscerli

Con l’arrivo della stagione fredda, la possibilità di ammalarsi aumenta e i primi sintomi dell’influenza sono dietro l’angolo.

 

Che Cos’è e Da Cosa è Causata l’Influenza?

L’influenza, come molte malattie dell’apparato respiratorio, è un’infezione acuta generalmente di origine virale, i cui virus responsabili sono i virus influenzali di tipo A, quali ad esempio H1N1 e H3N2. È una patologia piuttosto frequente, specie in età pediatrica, che spesso porta a contattare il medico di base o il medico pediatra.

I virus influenzali si trasmettono per via aerea attraverso le goccioline di saliva che si emettono parlando, starnutendo o tossendo, oppure attraverso il contatto con superfici contaminate.

 

Riconoscere i Sintomi Influenzali

Come distinguere un’influenza da un semplice raffreddore?

L’influenza si manifesta generalmente con un rapido peggioramento dei sintomi respiratori e generali: la febbre compare improvvisamente e spesso è associata a dolori osteo-articolari, brividi, mal di testa e spossatezza generale, oltre che a sintomi tipici quali mal di gola, tosse e raffreddore.

È una malattia autolimitante, generalmente si risolve nell’arco di una settimana. Tuttavia, non sono rari gli episodi di sovrainfezione batterica, che possono aggravare lo stato patologico e condurre a complicanze, come la bronchite e la polmonite. Per non incorrere nei sintomi dell’influenza, la cura migliore è la prevenzione!

 

Prevenire è Meglio che Curare

È fondamentale seguire alcune semplici norme igieniche per evitare la diffusione dei virus:

  • lavarsi bene le mani;
  • coprire naso e bocca con un fazzoletto quando si starnutisce;
  • areare gli ambienti in cui si soggiorna;
  • evitare i luoghi particolarmente affollati.

È inoltre importante mantenere efficiente il nostro sistema immunitario conducendo una vita sana ed equilibrata, avvalendoci anche di sostanze naturali che possono sostenerlo qualora necessario, rinforzandone le naturali difese.

 

Cosa Fare Se i Sintomi Ci Sono Già?

Nel caso in cui i sintomi influenzali fossero già presenti, possiamo adottare alcune semplici soluzioni:

  • Rimanere a riposo e al caldo;
  • Bere molta acqua o liquidi per evitare la disidratazione;
  • Seguire una dieta che cerchi di escludere quanto più possibile cibi pesanti, come la carne rossa ed i latticini;
  • Fare scorta di vitamine e sali minerali, che sostengono il sistema immunitario;
  • In presenza di febbre, effettuare spugnature fredde su polsi e caviglie; somministrare un antipiretico solo in caso la temperatura superi i 38,5°C;
  • Se necessario, utilizzare antinfiammatori e/o antidolorifici per ridurre dolori articolari e mal di testa;
  • Assumere tisane o integratori a base di piante medicinali in grado di contrastare i sintomi dell’influenza e rinforzare le difese immunitarie: astragalo, rosa canina, propoli, uncaria.

 

E per il Trattamento delle Malattie da Raffreddamento…

Accanto ai rimedi sintomatici che vengono somministrati per contrastare i sintomi influenzali, con o senza febbre, è opportuno associare una pianta dalle proprietà curative, il Pelargonium sidoides, una varietà medicinale di geranio sudafricano, dalle cui radici si ottiene un estratto brevettato e standardizzato (EPs® 7630) per il trattamento delle malattie da raffreddamento.

Numerosi sono studi in vitro e in vivo che ne testimoniano l’efficacia, la sicurezza e la tollerabilità. Grazie al suo meccanismo d’azione, l’estratto di Pelargonium sidoides EPs® 7630 è in grado di contrastare la diffusione dell’infezione, permettendo la remissione dei sintomi nell’arco di pochi giorni. Si tratta di un farmaco vegetale attivo sulle cause virali dell’influenza e delle sindromi parainfluenzali, da tenere sempre in casa e da assumere già dai primissimi sintomi. È disponibile anche nella formulazione in sciroppo nei bambini a partire dai 6 anni di età.

Prodotti Correlati

Kaloba®

Raffreddore, tosse e mal di gola