Cervicale Infiammata: Sintomi e Rimedi Naturali

È capitato più o meno a tutti, in una giornata di grande tensione, di sentire una sensazione di irrigidimento alla base della testa, a livello delle vertebre cervicali, che ci porta istintivamente a piegare la testa per tentare di rilassare la muscolatura del collo. Questi segnali sono la prova che la cervicale infiammata riguarda numerose persone, ognuno con i propri sintomi. Con gli opportuni rimedi, si può attenuare e soprattutto evitare che diventi un problema ricorrente.

 

Sintomi e Cause della Cervicale Infiammata

Viviamo in un’epoca in cui siamo spesso ricurvi sui nostri telefoni, sui computer, o al volante dell’auto. Dobbiamo impegnarci per ricordarci di tenere la schiena dritta: questa è la prima causa di dolori alle vertebre superiori, che, se trascurati, possono diventare un problema di difficile remissione.

I sintomi associati alla cervicale infiammata sono:

  • dolore, che può irradiarsi anche alla testa o alle braccia
  • rigidità
  • formicolii agli arti superiori
  • vertigini
  • problemi alla vista
  • in alcuni casi anche nausea

La cattiva postura che assumiamo alla guida, al lavoro, durante lo studio, è la prima causa di sovraccarico dei muscoli cervicali.

La sedentarietà non è l’unica ragione della comparsa di questo problema. Tra le possibili cause possiamo trovare anche un trauma in un incidente stradale, un colpo di freddo, una postura errata durante il riposo notturno, ma anche un momento di forte stress, soprattutto se prolungato.

Lo stress infatti porta a diverse somatizzazioni fisiche, tra cui la tensione muscolare e l’aumento dello stato infiammatorio generale.

Un altro sistema in parte responsabile del dolore cervicale è il sistema linfatico. Se per vari motivi subisce un blocco o un rallentamento nella sua funzionalità, può riflettersi in una situazione di stasi e infiammazione a livello cervicale. Ciò spiega come per esempio nel cambio stagione, momento in cui gli organi emuntori sono fisiologicamente più sovraccarichi, ci sia una maggiore frequenza di cervicalgia, vertigini e mal di testa dipendenti dall’infiammazione cervicale.

 

Rimedi Naturali Cervicale

Comprese le cause, sarà più semplice intuire quali siano i rimedi per la cervicale.

Oltre alla fase acuta è importante preoccuparsi del post, ossia di quello che viene dopo. Buone abitudini e rimedi naturali diventano essenziali per evitare che la cervicale non si ripresenti, soprattutto quando è frequente.

In fase acuta, è bene riposare e non sollecitare la parte infiammata, avvalersi dell’aiuto del calore che contribuisce rilassare la muscolatura, grazie per esempio a cuscini riscaldanti o ad una semplice doccia calda.

Accanto a trattamenti locali attraverso l’applicazione di pomate a base di arnica, pianta nota per le proprietà antinfiammatorie, è bene pensare a rimedi che accelerino il decorso della fase acuta e fungano da preventivi.

Tra questi è utile il magnesio, minerale che tra le tante azioni vanta la capacità di sostenere e in questo caso specifico rilassare la muscolatura. Una sua integrazione per periodi prolungati e in un dosaggio adeguato (la nostra proposta è AxiMagnesio®), contribuisce a mantenere la funzionalità muscolare e a ridurre le eventuali tensioni a carico della muscolatura del collo e riduce la possibilità di insorgenza di cefalea muscolo tensiva.

Tra le piante utili per infiammazione e stasi linfatica vi sono l’ananas, la betulla e l’uncaria, che, assunte assieme in una formula pratica come quella dell’integratore FITODrena® L, permettono di sfruttare la sinergia dei loro fitocomplessi per ottenere un effetto drenante linfatico profondo e duraturo.

 

Attività Fisica per Prevenire e Supportare

Dato che una delle cause o concause principali è la postura, attuare delle sane abitudini motorie ottimizza gli effetti e contribuisce in modo incisivo nella prevenzione del dolore.

Effettuare esercizi mirati alla tonificazione della muscolatura, alla distensione dei muscoli e a favore di articolazioni più elastiche garantirà una riduzione della frequenza e dell’intensità degli episodi di cervicalgia e di tutti i sintomi ad essa correlati. Sono sufficienti pochi esercizi leggeri che non implichino il sollevamento di pesi. È importante che siano fatti con costanza, al mattino appena svegli o anche prendendosi una pausa di 5 minuti durante la propria giornata lavorativa o di studio.

Nel frattempo, è bene evitare di rimanere troppo statici nella stessa posizione e non fare movimenti rapidi con il collo.

 

Alleggeriamo i pesi che ci gravano sul collo sia metaforicamente che fisicamente. Eviteremo così spiacevoli episodi che non farebbero altro che aumentare la tensione, lo stress e i dolori!

Prodotti Correlati