Bambini e antibiotici: non dimenticare I fermenti lattici!

disturbi di stagione sono in agguato: con l’arrivo dei primi freddi, i batteri possono attaccare le vie respiratorie dei nostri bambini ed ecco che spesso di rende necessario rivolgersi al medico per un consulto. È il momento della diagnosi a cui generalmente segue una adeguata prescrizione di terapie.

In caso il medico prescriva l’utilizzo di antibiotici è consigliabile associare dei validi probiotici per contrastare i noti effetti collaterali dell’antibiotico-terapia: non tutti gli integratori alimentari con questa funzione sono adatti ed efficaci.

DURANTE LA TERAPIA ANTIBIOTICA

Uno dei pochi ceppi probiotici consigliati dalla Società Europea di Pediatria è il Saccharomyces boulardi, l’unico naturalmente resistente agli antibiotici e stabile a temperatura ambiente, in grado di ripristinare l’attività della mucosa intestinale danneggiata.

Esso è particolarmente indicato per trattare la diarrea, anche causata da antibiotico-terapia.

PRIMA E DOPO LA TERAPIA ANTIBIOTICA

Probiotici a base di Lactobacillus casei Bifidobacterium lactis, o a base di Lactobacillus reuteri e Lactobacillus acidophilusresistenti agli acidi gastrici e biliari e in grado di aderire perfettamente alla mucosa intestinale. Essi sono utili  sia prima che dopo per ripristinare e  mantenere la flora batterica e per ottimizzare le difese immunitarie.

Inoltre, in caso di presenza di sintomi fastidiosi come gonfiore e dolore è importante associare un estratto di Camomilla per le sue note attività antispasmodiche.

Prediligiamo sempre probiotici:

  • in forma liofilizzata, o in veicolo oleoso  al fine di mantenere vitali i ceppi al suo interno, non in soluzione liquida o in spore;
  • che non contengano sostanze sensibilizzanti come glutine e lattosio, né coloranti, edulcoranti o zuccheri aggiunti;
  • formulati rispettando le caratteristiche di probioticità definite dall’OMS-FAO;
  • sicuri per uso umano e quindi inseriti nelle liste QPSlist redatte dall’autorità europea per la sicurezza alimentare;
  • esenti da antibiotico-resistenza trasmissibile;
  • stabili e vitali fino alla data di scadenza indicata.

Se il bambino si ammala frequentemente e ha bisogno di un sostegno energetico nel recupero post malattia è importante abbinare oligolelementi come manganese e rame  al fine di recuperare velocemente le forze e tornare alla vita di tutti i giorni senza fatica. Essi sono particolarmente indicati in caso di fragilità delle vie respiratorie, astenia psicofisica e difficoltà di concentrazione.

Da ricordare infine come sia importante mantenere dei buoni livelli di vitamina D anche nella stagione invernale, quando manca l’esposizione al sole che ne permette la produzione. L’assunzione della vitaminaD3  quotidianamente, nel periodo che intercorre da settembre a marzo, permette di sopperire a questa mancanza e mantenere alte le difese immunitarie .

Così affrontare l’inverno sarà più sicuro, ma soprattutto eviterà ai nostri bambini le inevitabili ricadute che spesso avvengono con l’uso frequente di antibiotici.

Prodotti Correlati

AxiBoulardi® junior

Equilibrio della flora batterica

AxiDophilus® junior

Equilibrio della flora batterica