Celiachia: che cos’è, sintomi e terapia

QUALI SINTOMI PORTANO ALLA CELIACHIA?

L’ interazione tra il glutine, ovvero la frazione proteica di alcuni cereali, e la mucosa dell”intestino rappresenta il punto centrale per la comparsa della celiachia. Esistono due tipologie diverse di questo disturbo:

  • Celiachia in forma classica
    • sintomi: vomito e diarrea
    • quando si manifesta: precocemente, già nei primi 6 mesi di vita del bambino, quando si comincia a inserire il glutine nella dieta, ma può comparire anche in età adulta.
      Questa forma determina una progressiva degenerazione della mucosa dell”intestino che non riesce più a svolgere correttamente la sua funzione di assorbimento dei nutrienti alimentari.
  • Celiachia in forma silente
    • sintomi: nessuna sintomatologia gastroenterica, ma è spesso associata ad anemia, bassa statura, alterazioni dentarie
    • quando si manifesta: può insorgere tardivamente ed è spesso diagnosticata solo da adulti.

PERCHÉ OGGI LA CELIACHIA È IN AUMENTO?

Oltre ai fattori genetici e ambientali, è l’alimentazione a ricoprire un ruolo importante. Oggi ci cibiamo sempre più di pane e farina di frumento tralasciando altri carboidrati provenienti da mais o riso. Inoltre nel corso degli ultimi 50 anni l’evoluzione dell’agricoltura ha trasformato le specie tradizionali di grano aumentandone il contenuto in glutine per migliorare la resa della pasta. Anche l’abuso di alimenti confezionati e trasformati ricchi di additivi oltre che di farmaci come gli  antibiotici contribuisce a indebolire la mucosa intestinale che diviene sempre più permeabile a sostanze aggressive come il glutine.

Il ruolo del microbiota grazie alla sua azione benefica sulla salute della mucosa intestinale, risulta molto importante nella celiachia, che in molti casi è associata a patologie infiammatorie intestinali.

LA CELIACHIA SI PUÒ GESTIRE?

L’unica terapia per gestire la celiachia è di natura dietetica, cioè prevede di eliminare dall’alimentazione il glutine e tutti i prodotti che lo contengono: solo così è possibile rigenerare completamente la mucosa dell”intestino e consentirgli di svolgere opportunamente le sue funzioni di assorbimento.
Dalla dieta devono essere esclusi:

  • frumento;
  • orzo;
  • segale;
  • avena;
  • tutti gli alimenti la cui lavorazione artigianale o industriale possa aver portati in contatto con il glutine.

Può essere utile associare a questa dieta probiotici rigorosamente gluten-free che grazie alla loro azione immunomodulante favoriscono la salute e la rigenerazione della mucosa intestinale.

Prodotti Correlati

EnteroDophilus®

Equilibrio della flora batterica