Enzimi digestivi: cosa sono e dove si trovano?

Secondo molti studiosi il cibo cotto è un cibo privo di vita poiché la cottura non solo distrugge (in  parte) i nutrienti dei cibi, ma riduce la loro digeribilità. Questo, unito allo stile di vita moderno che induce a un’alimentazione non equilibrata con prodotti provenienti da coltivazioni su larga scala in terreni agricoli impoveriti, non gioca certo a favore del nostro apparato gastro-intestinale. Per fortuna però, come spesso accade, la natura stessa ci fornisce la soluzione: gli enzimi.

COSA SONO GLI ENZIMI DIGESTIVI?

Gli enzimi vengono prodotti dal nostro organismo: si chiamano Amilasi, Proteasi, Lattasi, Lipasi, Glucosidasi, Transferasi, Emicellulasi, Betaglucanasi e la loro attività è fondamentale per la scomposizione, l’assorbimento e l’assimilazione dei principi nutrizionali e dei cofattori essenziali quali vitamine, minerali e oligoelementi.

La digestione è un processo lungo e complesso che consiste nell’assimilare i cibi attraverso la scomposizione degli elementi nutritivi. Una ricerca condotta dal Dr. Beazell sul “Journal of Laboratory and Clinical Medicine” ha dimostrato  che nella prima ora di tale processo gran parte del cibo può essere pre-digerita nella parte alta dello stomaco proprio dagli enzimi digestivi, prima di arrivare all’intestino tenue, dove il pancreas secerne i propri enzimi. E questo significa che se il cibo viene adeguatamente predigerito il pancreas fatica decisamente meno!

Esiste una vera e propria teoria in proposito, chiamata “Adattamento Secretivo degli Enzimi Digestivi”: tanto maggiore è il carico che viene assolto nella digestione dagli enzimi alimentari esogeni (cioè introdotti con il cibo), tanto minore sarà il carico enzimatico posto su pancreas e intestino tenue, conservando la capacità enzimatica propria dell’organismo per svolgere altri fondamentali processi metabolici.

GLI ENZIMI NELLA NOSTRA ALIMENTAZIONE

È importante seguire una dieta ricca di cibi crudi che grazie al loro intrinseco elevato contenuto enzimatico, sono in grado di supplementare il carico digestivo dell’organismo: è dimostrato che il pancreas umano risulta ipertrofico (80-90 gr. per 60 Kg) rispetto a quello di animali che utilizzano solo cibi crudi (es. il cavallo: 300 gr. per 550 Kg)

Integrando la propria dieta con enzimi digestivi, arricchiremo il nostro organismo di quelle sostanze bioregolatrici fondamentali per la scomposizione e l’assorbimento di carboidrati, proteine, grassi, fibre, vitamine e minerali.

Non tutti gli enzimi però sono uguali. Esistono infatti:

  • enzimi di origine animale (pepsina, tripsina e pancreatina) agiscono tra i 50-60°C a pH acido,
  • enzimi vegetali (bromelina e papaina) agiscono tra i 20-30°C a pH alcalino.

Gli unici ad agire lungo tutto il tratto digerente, a temperatura simile a quella corporea (30-40° C) ad un pH tra 3,0 e 9,0 sono gli enzimi digestivi da fermentazione di maltodestrine, ottenuti cioè  dalla fermentazione e successiva purificazione di substrati vegetali attraverso l’utilizzo di colture del fungo non patogeno Aspergyllus niger: la loro attività inizia da subito effettuando la digestione del 60% dei carboidrati, del 30% delle proteine e del 10% dei grassi. Essi rappresentano inoltre una fonte di alta qualità ed efficienza fermentativa.

Ma, come diceva Edward Howell, pioniere dell’enzimologia alimentare, “gli enzimi sono una vera pietra di paragone della vitalità: offrono un importante mezzo di calcolo per l’energia di un organismo. Ciò che noi chiamiamo energia, forza vitale, energia nervosa, forza, può essere sinonimo di attività enzimatica”.

PERCHÉ GLI ENZIMI SONO IMPORTANTI?

Una corretta attività pre-digestiva svolta dagli enzimi ha ripercussioni positive sul metabolismo (in cui è fondamentale il ruolo della lipasi, deputata alla corretta scomposizione e allo stoccaggio dei grassi) e sulla funzione immunitaria. Risulta poi particolarmente importante nei soggetti over 60, in cui l’attività amilasica è 30 volte inferiore a quella dei soggetti giovani, e in particolari stati patologici quali diabete, allergie, infezioni.

Prodotti Correlati

EnziTime®

Funzione digestiva