Mela o pera?

No no, oggi non parliamo di frutta, ma piuttosto di… girovita! La nostra cute, partendo dall’esterno verso l’interno, è costituita da tre componenti:

  1. l’ epidermide, con funzione protettiva
  2. il derma, con funzione di sostegno
  3. l’ipoderma, con funzione di accumulare grasso

La quantità di grasso accumulabile a livello corporeo dipende da sesso, età, alimentazione, attività fisica. Proviamo a fare un gioco: mettetevi davanti allo specchio. A cosa vi sembra di assomigliare di più? Mela: il grasso si accumula nella zona addominale sopra all’ombelico, nel torace, dorso, spalle, nuca e viso. È una tipologia tipica soprattutto negli uomini ma non solo. Questa adiposità è forse meno antiestetica ma potenzialmente più pericolosa: se troppo pronunciata può determinare un maggior rischio di patologie cardiache e metaboliche. Pera: sei una donna in età fertile, quindi il grasso tende ad accumularsi in zone che risentono maggiormente dello stimolo ormonale estrogenico, quelle poste sotto all’ombelico per intendersi, quindi fianchi, natiche, cosce e basso addome. Niente paura: è una predisposizione del tutto fisiologica poiché la donna necessita di riserve energetiche in previsione di una gravidanza. Attenta però: queste zone sono un campo di conquista per la cellulite, soprattutto se sono in atto squilibri nel riassorbimento del liquido intercellulare che nutre naturalmente i tessuti! Un consiglio: migliora l’alimentazione, riduci la sedentarietà e aumenta il drenaggio dell’organismo. Un po’ mela e un po’ pera: sei una donna entrata in menopausa. La riduzione degli estrogeni e l’aumento del cortisolo comportano uno stress fisiologico e il grasso, già presente nella zona sotto-ombelicale, tende ad accumularsi anche nel torace, nel dorso, nel viso e nel collo. Vi lasciamo con un approfondimento: non tutti i girovita sono uguali. Tenetelo presente se decidete di dimagrire pancia e fianchi

Prodotti Correlati

Oligolito® SI-ME

Metabolismo grassi e zuccheri