Dieta e microbiota: il segreto dei bambini sani sta nella pancia

 
Il segreto dei bambini sani sta nella pancia: in caso di disturbi, supportali con soluzioni naturali ed efficaci.
 
Per comprendere come dieta e microbiota siano i pilastri portanti di un organismo sano, dobbiamo partire da un presupposto ormai universalmente dimostrato e riconosciuto: flora batterica intestinale e sistema immunitario sono strettamente collegati. Gran parte delle cellule immunitarie risiedono infatti nell’intestino, e la loro azione è modulata dai “batteri buoni” del microbiota, un compito non certo da poco! E se dieta e microbiota sono collegati, e contemporaneamente microbiota e sistema immunitario sono collegati, possiamo dire che valga la proprietà transitiva per cui dieta e sistema immunitario sono collegati.
 

Alla base c’è un intestino sano…

Per un adulto in salute è importante che le fondamenta siano solide, ovvero che la flora intestinale sia sana ed equilibrata, e la base si crea nei primi anni di vita proprio sfruttando l’interazione fra dieta e microbiota. Quest’ultima affermazione va intesa nella sua concezione più vasta, partendo fin da prima della nascita: è stato infatti dimostrato che in questa fase la flora intestinale del bambino comincia a forgiarsi, tramite un fenomeno definito “bacterial imprinting”; una corretta alimentazione della mamma durante la gravidanza è importante e basilare, oltre che per la nutrizione del feto, anche sotto questo punto di vista. Dopo il parto, che è esso stesso un fondamentale momento di contatto fra il bambino e la flora intestinale della mamma, inizia la fase di alimentazione che potremmo definire “diretta”, in un primo tempo con l’allattamento, poi con lo svezzamento. L’allattamento al seno è sempre da preferire al latte artificiale: per un neonato non c’è alimento migliore del latte della sua mamma, che apporta tutte le sostanze che assicurano un’ottima crescita e garantiscono importanti fattori protettivi e modificano positivamente la sua flora batterica intestinale. Non a caso è dimostrato che l’allattamento al seno riduce l’incidenza di patologie correlate a uno stato di disbiosi, ovvero di alterazione dell’equilibrio del microbiota intestinale, fra le quali gastroenteriti, allergie e disturbi psicomotori.
 

Nutrire e mantenere la salute intestinale attraverso l’alimentazione e l’attività fisica.

A partire dallo svezzamento è importante che il bambino acquisisca uno stile alimentare salutare, che è poi quello che anche gli adulti dovrebbero cercare di mantenere durante tutto il corso della vita. Queste accortezze garantiscono una fonte di nutrienti equilibrata per l’organismo e per la flora batterica intestinale: assumere frutta e verdura in quantità adeguate, limitare l’utilizzo di prodotti derivati da farine raffinate, non eccedere nel consumo di carni rosse, privilegiando le carni bianche, ma soprattutto il pesce. Dolci e grassi non sono da demonizzare, l’importante è assumerli in modiche quantità. Tutto questo, unitamente allo sport e ad uno stile di vita attivo, contribuiranno a mantenere l’organismo in salute e un sistema immunitario sano.
Tutto questo non sarà sufficiente a tenere i bambini totalmente al riparo da disturbi e malattie che troveranno comunque il modo di farsi spazio. Nel caso di una gastroenterite, o dopo una malattia che ha richiesto una cura antibiotica, quello che è importante è supportare la flora batterica intestinale con un integratore alimentare che possa ripristinare l’eubiosi, ovvero l’equilibro e la funzionalità del microbiota, e di conseguenza, come visto, del sistema immunitario.
 

Prodotti Correlati

Colikind® gocce

Coliche neonato, disturbi intestinali 0-3 anni