Perché cadono I capelli?

Avere una folta chioma è da sempre considerato simbolo di vigore e vitalità della persona. Ma perché i capelli possono cadere, parzialmente o totalmente? E quando e come è possibile intervenire per ridurne la caduta o intensificarne la ricrescita? Andiamo per ordine!

CAUSE PRINCIPALI DELLA CADUTA DEI CAPELLI

I capelli possono cadere per un naturale invecchiamento dell’organismo.

In tutti gli esseri umani c’è poi una fisiologica predisposizione a perdere un certo numero di capelli nei cambi stagionali (quindi, soprattutto, in primavera e in autunno): questo consente ai capelli “vecchi” di far posto ai capelli “nuovi”. È una cosa del tutto naturale, per cui non c’è motivo di preoccuparsi.

Ci sono, infine, delle situazioni in cui i capelli cadono in modo decisamente anomalo e intensificato, facendoci preoccupare e allarmare.

CADUTE TEMPORANEE E CADUTE DEFINITIVE DEL CAPELLO

Le cadute intense ma temporanee sono causate quasi sempre da condizioni di stress associabili a:

  • traumi psico-fisici;
  • insonnia;
  • parto e allattamento;
  • interventi chirurgici;
  • forti rialzi termici;
  • assunzione di farmaci;
  • eccessiva secrezione di sebo.

In questi casi i capelli cadono a ciocche dando origine a delle zone alopeciche di forma areata ma niente ansia: è sufficiente avere un po’ di pazienza, il capello ricrescerà presto!

Le cadute intense ma irreversibili del capello possono, invece, essere associate a:

  • anomalie di natura ormonale, note come alopecia androgenetica maschile e femminile; sono caratterizzate dalla perdita totale dei capelli sulla sommità del capo e si manifesta nell’uomo a partire dai 18-20 anni e nella donna in genere dopo i 30;
  • patologie di natura autoimmune;
  • infezioni funginee.

COSA FARE IN CASO DI CADUTA DEI CAPELLI

In tutti i casi di caduta permanente dei capelli è sempre opportuno chiedere un consulto ad un medico dermatologo specializzato in tricologia: valuterà la gravità della situazione e consiglierà i farmaci più idonei al caso.

Un valido consiglio da mettere in pratica nel caso delle cadute temporanee è cercare di capire che, se il capello sta vivendo uno stress che lo porta a cadere, non sarà possibile arrestarne la caduta: sarebbe come tentare di incollare a terra un albero che ha temporaneamente perso le radici. È invece opportuno attivare il processo di ricrescita di nuovi capelli stimolando il microcircolo attraverso l’assunzione di integratori drenanti e decongestionanti e attraverso l’assunzione di oligoelementi quali magnesio, manganese , rame, zinco, zolfo e silicio, che stimolano la sintesi di proteine incorporate non solo nei capelli ma anche nelle unghie e nell’epidermide.

Prodotti Correlati