Punture d’insetto

Descrizione generale

 

Con l’arrivo della bella stagione, l’aumento delle temperature favorisce lo sviluppo e la proliferazione di fastidiosissimi insetti, tra i quali le zanzare, che si nutrono di sangue (soprattutto le femmine) per poter maturare le uova.

La lesione provocata dalle loro punture può variare da una papula (piccolo rigonfiamento) circoscritta e pruriginosa, fino a una piccola ferita, gonfia e dolorosa, se infettata da batteri in seguito a lesioni di grattamento.

Tra gli insetti più temuti ci sono la zanzara tigre, che aggredisce persino di giorno, ma anche i tafani, le vespe e le zecche.

 

Che cosa si sente

I sintomi più comuni sono i seguenti:

  • Prurito
  • Bruciore
  • Gonfiore della pelle

Prevenzione e cura

 

I rimedi naturali che ci possono aiutare a prevenire le punture di insetto sono :

  • Citronella (Cymbopogon nardus): azione repellente e rinfrescante, leggermente astringente
  • Eucalipto (Eucaliptus globulus): azione repellente, antisettica, antieritematosa; importante rimedio naturale contro la malaria e la proliferazione delle zanzare
  • Geranio (Pelargonium capitatum): azione repellente, antinfiammatoria
  • Lavanda (Lavandula officinalis): azione antinfiammatoria e cicatrizzante, utile in presenza di punture d’insetto ed irritazioni da meduse
  • Tea tree (Melaleuca alternifolia): azione antinfiammatoria, antisettica, disinfettante e cicatrizzante

I rimedi naturali che ci possono aiutare a lenire la pelle a puntura avvenuta sono:

  • Ledum palustre: azione repellente, antipruriginosa, lenitiva
  • Urtica urens: azione lenitiva, antipruriginosa, astringente su flogosi di lieve entità
  • Echinacea angustifolia : azione cicatrizzante, riepitelizzante, antisettica, decongestionante
  • Hamamelis virginiana: azione decongestionante e rinfrescante

Tra i rimedi omeopatici su cui invece si può fare affidamento troviamo:

  • Ledum palustre: utile nella prevenzione delle punture di insetti e nel trattamento post-puntura sul gonfiore e prurito.
  • Apis mellifica: utile nel trattamento post-puntura, quando presenti gonfiore e dolore pungente, che migliora con applicazioni fredde.

Un ulteriore consiglio comportamentale

 

Per evitare di essere morsi da sgradevoli insetti è possibile tenere a mente di:

  • Evitare di scoprire zone troppo ampie del corpo.
  • evitare di applicare eccessive quantità di profumo
  • evitare possibilmente i luoghi umidi e la sosta in prossimità di bacini di acqua stagnante soprattutto durante le ore serali

A puntura avvenuta, può essere utile cercate di tenere a mente quanto segue:

  • evitare il continuo grattamento: si rischia di alimentare l’irritazione, causando una lesione o sanguinamento che potrebbe generare una piccola infezione
  • appoggiare qualcosa di fresco sulla parte interessata: il freddo aiuta ad anestetizzare la sensazione di bruciore e prurito.

E per i bambini…

 

In caso di utilizzo pediatrico, sarà necessaria qualche attenzione in più, poiché i bambini, per la loro temperatura corporea e le caratteristiche della loro pelle, sono molto soggetti alle punture di insetti. Sarà pertanto utile posizionare delle zanzariere sopra la culla o il lettino durante le ore notturne, ed utilizzare prodotti verificando che

  • siano specifici per bambini
  • siano ipoallergenici e dermatologicamente testati su pelle sensibile, poiché la cute dei bambini risulta più delicata e sensibile di quella degli adulti
  • contengano materie prime vegetali sicure e testate
  • garantiscano efficacia protettiva per diverse ore, in modo da ridurre al minimo indispensabile l’applicazione del prodotto

Prodotti correlati