Andare al Mare con il Raffreddore e Mal di Gola fa Bene?

Per molti “estate” è sinonimo di mare, sole e vacanze! La bella stagione riduce in modo significativo gli episodi di infezioni respiratorie, eppure anche nella stagione più calda dell’anno non mancano raffreddori e mal di gola, perfino al mare. Infatti, gli sbalzi di temperatura dovuti all’eccessivo caldo dell’ambiente esterno e il fresco dell’aria condizionata dell’ambiente interno possono portare a stati di raffreddamento, che compromettono la possibilità di fare un tuffo al mare. Attenzione quindi agli sbalzi di temperatura, per non dover rinunciare alla tanto agognata vacanza.

 

Andare o Non Andare al Mare con il Raffreddore?

E se invece il raffreddore ed il mal di gola arrivassero prima della partenza per le ferie? Cosa fare? Rinunciare o partire ugualmente? Andare al mare con il raffreddore o con il mal di gola non è sconsigliato, anzi potrebbe essere salutare, a meno che non siano presenti anche febbre o sintomi più severi. È noto, infatti, che andare al mare è benefico sotto diversi punti di vista:

  • i raggi UV del sole assorbiti dalla pelle stimolano la produzione della vitamina D, utile per sostenere il sistema immunitario e proteggere quindi l’organismo da virus e batteri;
  • l’aria di mare è ricca di microparticelle di iodio, magnesio e cloruro di sodio, ed esplica una azione disinfettante e decongestionante sulla mucosa nasale. È quindi adatta a chi ha il raffreddore o a chi, ad esempio, soffre di allergia;
  • i sali disciolti nell’acqua marina sono utili in diverse problematiche della sfera otorinolaringoiatrica. L’acqua di mare, infatti, notoriamente ipertonica, contribuisce a detergere le mucose, fluidificare il muco e liberare le fosse nasali congestionate in caso di raffreddore.

Ma gli effetti benefici delle vacanze al mare non si fermano qui:

  • lunghe passeggiate in riva al mare permettono di mantenersi in forma e di favorire la circolazione sanguigna;
  • rimanere seduti a contemplare l’immensa distesa di mare ed ascoltare il movimento dell’acqua infonde una sensazione di tranquillità e di benessere che permette alla mente di rigenerarsi.

 

Bambini e Raffreddore al Mare

E se i bambini si raffreddano mentre sono in vacanza? Possono andare in spiaggia e fare il bagno?

Anche per i più piccoli andare al mare è un toccasana! L’acqua di mare, fonte di numerosi sali minerali, diventa un’ottima soluzione ipertonica che promuove la fluidificazione e l’eliminazione del catarro, sia a livello nasale in caso di raffreddore, che a livello di faringe e laringe in caso di mal di gola e tosse.

Alcune accortezze sono però necessarie: se i bambini decidono di fare il bagno, è preferibile non immergerli in acqua troppo fredda. È inoltre auspicabile asciugare ed eventualmente coprire il torace e la testa appena usciti dall’acqua, prima che il vento di mare li raffreddi.

 

Rimedi Naturali contro il Raffreddore al Mare

Nel caso in cui raffreddore, mal di gola e tosse fossero legati ad un’infezione virale, è possibile utilizzare l’estratto standardizzato e brevettato di Pelargonium sidoides EPs® 7630. È un estratto ricavato dalle radici di un geranio sudafricano dalla comprovata azione antivirale, che permette di curare le cause che sono alla base dei sintomi a carico dell’albero respiratorio. Presente in commercio in tre forme farmaceutiche, compresse, gocce e sciroppo. Quest’ultimo può essere utilizzato da tutta la famiglia, compresi i bambini a partire dai 6 anni di età. Non dimentichiamoci pertanto di metterlo in valigia, per poter far fronte rapidamente ed in maniera efficace ai sintomi del raffreddore anche in vacanza! Utilizzarlo fin dai primi sintomi ci permetterà di godere a pieno del periodo di ferie, senza rovinarcele.