Rimedi Naturali Efficaci Contro l’Insonnia

Ci capita a volte di vivere periodi in cui situazioni o eventi di interesse e allerta sia collettivi che individuali sono accompagnati dall’aumento di altri disturbi più o meno grandi causati dal radicale cambiamento dello stile di vita. Fra questi un esempio lampante è rappresentato dall’insonnia. Cerchiamo di capire quali sono le cause e i sintomi dell’insonnia, e come intervenire in maniera efficace.

 

L’identikit dell’Insonnia: Cause e Sintomi

Per definizione, se diciamo “insonnia”, pensiamo immediatamente alla difficoltà ad addormentarsi o al rimanere svegli. Tuttavia, è importante ricordare che insonnia è anche un’alterazione della qualità del sonno che lo fa percepire come insufficiente o poco riposante.

Le cause che ci portano ad alterazioni della qualità o della durata del sonno possono essere patologiche, quindi tendenzialmente croniche, oppure occasionali. Fra queste ultime ricordiamo l’abuso di bevande contenenti caffeina, la cattiva alimentazione, la sindrome del fuso orario, l’effetto collaterale di alcuni farmaci, l’ansia o lo stress. Proprio ansia e stress sono i diretti responsabili di questo disturbo anche in chi non ha mai sperimentato problemi legati al sonno prima.

 

Come Combattere l’Insonnia: Rimedi e Proprietà delle Piante più Efficaci

Sono principalmente le persone per le quali l’insonnia rappresenta una novità che si chiedono come combatterla senza provocare danni maggiori dei benefici che potrebbero ottenere. Spesso sono comprensibilmente spaventate dagli effetti collaterali di alcuni farmaci che, per aumentare la durata del sonno, ne danneggiano la qualità, portando a un sonno non riposante, oltre che a causare assuefazione e dipendenza. A queste persone la natura viene in soccorso attraverso alcune piante impiegate da anni proprio in virtù della loro efficacia e dell’alto grado di sicurezza.

Quali sono dunque queste piante e quali rappresentano i rimedi naturali più efficaci contro l’insonnia?

Fra i rimedi naturali per l’insonnia e le piante più utilizzate ricordiamo in primis la Valeriana. L’estratto delle sue radici ha attività importanti sul sistema nervoso centrale, il “centro di controllo” che regola il meccanismo del sonno.

Un vantaggio importantissimo che gli estratti di origine vegetale hanno rispetto alle molecole di sintesi è che il fitocomplesso, ovvero la parte attiva dell’estratto, contiene svariati componenti che possono agire in modo sinergico, con un ventaglio di attività spesso superiore ad una sola molecola. Proprio grazie a questa particolarità, estratti vegetali come quello della Valeriana possono prolungare la durata del sonno senza alterarne, e addirittura migliorandone, la qualità, a differenza di molti farmaci sintetici. Per usare un paragone non si interviene aggiungendo un peso a una bilancia, facendola inevitabilmente pendere dall’una o dall’altra parte. Si pongono invece due pesi su entrambi i piatti, mantenendo un equilibrio. L’importante è che l’estratto utilizzato sia di elevata qualità, standardizzato e titolato. Solo somministrando sempre la stessa dose di estratto avremo infatti un’attività costante e ripetuta nel tempo. E il sonno è un meccanismo che richiede quanta più “regolarità” possibile!

Un’altra pianta spesso utilizzata per la sua attività sedativa è la Melissa. Di questa pianta vengono utilizzate le foglie per la preparazione dell’estratto, a differenza della Valeriana. L’azione è sempre sul “centro di controllo” del sonno, ma con sfumature differenti rispetto a quelle esercitate dalla Valeriana. Questo è il motivo per il quale gli estratti di queste piante vanno particolarmente bene in associazione.

 

Come Curare l’Insonnia da Stress?

Stress e insonnia sono legati l’uno all’altra in un circolo vizioso. Il lato positivo è che migliorando una problematica, è possibile agire positivamente anche sull’altra. Ma si può fare ancora di più agendo su entrambi i fronti. Certamente Valeriana e Melissa hanno un’attività importante sull’insonnia, ma ci sono altre piante, prima fra tutte la Rhodiola rosea, che hanno dimostrato un’azione importante nei confronti dello stress. L’estratto di Rodiola, ottenuto da radice e rizoma della pianta, aiuta infatti ad affrontarlo e ad alleviarne i sintomi, agendo sugli ormoni che lo caratterizzano, in particolare sul cortisolo.

 

Una, Due, Tre Piante contro l’Insonnia

La natura mette a nostra disposizione due piante con un’azione importante contro l’insonnia: la Valeriana e la Melissa. A queste se ne aggiunge una terza, ovvero la Rhodiola rosea, che è utile associare quando l’insonnia è correlata allo stress.

Prodotti Correlati

Vitango®

Stress Fisico e Mentale