Lo Stress Mette a Rischio la Gravidanza?

La gravidanza, anche nei casi in cui sia cercata e pianificata, comporta l’arrivo di un tumulto di emozioni: entrano in gioco cambiamenti, dubbi, riorganizzazione di tempi e spazi che possono contribuire all’instaurarsi di uno stato d’ansia.

 

Stress in Gravidanza: Possibili Cause e Problematiche

La correlazione stress e gravidanza è un binomio comune più di quanto si pensi: molte donne si ritrovano infatti in questa situazione.

A complicare il quadro ci si mettono pure gli ormoni, che a volte ci fanno sentire come dei flipper e l’obiettivo è non arrivare al tilt!

Facile a dirsi: se pensiamo ai cambiamenti a livello fisico, ci aggiungiamo la componente psicologica, nonché l’attività quotidiana già di per sé intensa, la faccenda appare piuttosto complicata.

Lo stress in gravidanza si instaura più facilmente se si sta affrontando una gravidanza difficoltosa, se si sono vissute esperienze negative in gravidanze precedenti, se si proviene da un percorso lungo di difficoltà nel concepimento o semplicemente perché la propria vita lavorativa e familiare è particolarmente stressante.

La prima cosa da sapere è che siete pienamente giustificate. Ma è importante mettere in atto delle attività che vi permettono di ritrovare la calma e soprattutto di spegnere il circolo vizioso fisico-psicologico prima di mettere la gravidanza a rischio per stress.

Infatti, a volte si riscontrano parti prematuri e quindi gravidanze anticipate per stress, con tutte le complicanze del caso sul nascituro nato prima della 37^ settimana e con peso al di sotto dei 2,5 chili.

Altri sintomi stress correlati che complicano la gravidanza sono quelli a livello:

  • gastrointestinale come la nausea e l’acidità
  • energetico come la stanchezza o l’insonnia
  • immunitario con un abbassamento delle difese

La bella notizia che a tutto ciò c’è una soluzione.

Se vi riconoscete in questi sintomi e state combattendo con ansia e stress in gravidanza sappiate che con qualche cambiamento nello stile di vita e con opportuni integratori sicuri per il vostro stato la situazione può migliorare permettendovi di godere al meglio di questo prezioso momento.

 

Consigli e Rimedi per lo Stress in Gravidanza

Innanzitutto, è importante prendersi del tempo per se stesse, per capire e interpretare le nuove sensazioni e focalizzarle nella nuova vita che cresce in voi.

State il più distante possibile dai nervosismi e, se la vostra vita lavorativa non ve lo permette, iniziate a prevedere dei momenti e delle attività che aiutino a buttare fuori questo nervosismo. Potete scegliere ciò che corrisponde meglio ai vostri gusti personali: passeggiate nella natura, meditazione, lettura di un libro, ascolto della musica, lavori manuali, riposo.

Allontanate le preoccupazioni, condividendole con altre persone, con il vostro medico, con l’ostetrica o con il vostro compagno.

L’ignoto preoccupa, quindi condividere i dubbi con persone esperte vi permette di instaurare un dialogo di conoscenza e preparazione che vi farà affrontare gli ultimi mesi di gravidanza ed il parto con una consapevolezza diversa.

La condivisone dell’ansia va fatta anche con persone nella vostra stessa situazione, per esempio durante il corso preparto, per aiutarsi e sostenersi a vicenda.

Farsi aiutare, trovare una persona di riferimento che vi affianchi in questo percorso, per sentirsi sufficientemente sostenute è importante per ritrovare la forza interiore per superare il disagio psicologico percepito.

D’altra parte, se siete delle “pianificatrici seriali”, imparate ad allentare la presa e abituatevi agli imprevisti. Siate pronte ad accogliere situazioni diverse, permettendovi di ridurre lo stress sia ora che quando arriverà il nascituro. Le situazioni inaspettate saranno sempre dietro l’angolo!

 

Psicobiotici: i Probiotici che Aiutano in Caso di Stress

Nel frattempo, per attenuare i sintomi psicofisici stress-correlati ci si può avvalere dell’aiuto di psicobiotici.

Si tratta di probiotici specifici che hanno dimostrato in diversi studi* di attenuare sia i sintomi gastrointestinali che psicologici stress correlati.

È il caso di ceppi come Lactobacillus helveticus R-52 e Bifidobacterium longum R-175, contenuti nell’integratore alimentare PegaStress®. Insieme hanno dimostrato di ridurre sintomi stress correlati come tensione addominale, nausea, palpitazioni, ansia irritabilità e affaticamento e sono sicuri per l’utilizzo in gravidanza.

Un rimedio che ben si abbina è anche il magnesio, minerale coinvolto in numerose reazioni del corpo. In gravidanza aiuta a rilassare la muscolatura ed ottimizza il metabolismo energetico, sempre scegliendo formule ben tollerate a adatte allo stato di gravidanza.

 

*Messaoudi M et al., Assesment of psychotropic-like properties of a probiotic formulation (L. helveticusR0052 and B. longumR0175) in rats and human subjects. British Journal of Nutrition 105, 755–764, 2011

Diop L. et al., Probiotic food supplement reduces stress-induced gastrointestinal symptoms in volunteers: a double-blind, placebo-controlled, randomized trial. Nutrition Research Volume 28, 2008

Prodotti Correlati

PegaStress®

Equilibrio Flora Batterica e Stress