Colpi di Tosse in Gravidanza: Ci Sono Rischi?

Durante la gravidanza può capitare che la donna sia più debole e soggetta ad infezioni, in quanto il sistema immunitario è occupato a proteggere la nuova vita che si sta sviluppando.

Ci sono infezioni molto pericolose se contratte in gravidanza, per esempio rosolia e toxoplasmosi, che possono essere evitate, rispettivamente, effettuando il vaccino e controllando l’alimentazione. Ci sono invece infezioni, come quelle a carico dell’albero respiratorio, che non sempre si possono prevenire. Come affrontare per esempio la tosse in gravidanza? Quali sono i rischi per il feto?

 

Colpi Di Tosse In Gravidanza: Ci Sono Rischi?

Le preoccupazioni di una gestante non si limitano alla sua salute, ma e soprattutto a quali potrebbero essere i rischi per il feto che porta in grembo.

In presenza di tosse in gravidanza, che cosa sente il bambino?

Così come la mamma avverte la presenza del figlio, anche il futuro nascituro percepisce gli stimoli che provengono dall’esterno. Questo perché gli organi di senso si sviluppano già nelle prime settimane di gestazione. Il feto potrebbe avvertire i colpi di tosse della mamma sottoforma di vibrazioni, ma ciò non rappresenta un pericolo per la sua salute, neppure quando la tosse è forte.

Soltanto nel caso in cui la placenta per qualche motivo sia lesionata è possibile che i virus (ma anche i batteri) si propaghino e entrino a contatto con il feto. Diventa pertanto opportuno trattare la tosse al suo esordio, possibilmente con rimedi naturali.

 

Rimedi Naturali: Cosa Prendere

Tra le soluzioni naturali a cui poter ricorrere in gravidanza per contrastare e alleviare la tosse, vi sono:

  • Miele: noto da sempre per la sua azione demulcente, protegge la mucosa, riduce le irritazioni e di conseguenza lo stimolo a tossire. Diversi studi scientifici ne dimostrano le proprietà antinfiammatorie e antibatteriche, tanto da essere riconosciuto anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Non solo! Il miele è un’ottima fonte di energia, in quanto contiene sali minerali, vitamine e sostanze antiossidanti che sostengono il sistema immunitario (attenzione tuttavia a non eccedere con gli zuccheri)
  • Sciroppo di cipolla: ottenuto dalla macerazione della cipolla nello zucchero, è utile come espettorante e disinfettante locale
  • Malva: pianta ricca di mucillagini, utilizzata per la sua azione emolliente sulla mucosa e per la sua azione barriera sulla zona irritata
  • Elicriso: pianta della famiglia delle Compositae (Asteraceae), è conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà sedative della tosse e decongestionanti delle mucose
  • Inula: pianta erbacea perenne appartenente alla stessa famiglia di elicriso, viene utilizzata per calmare la tosse e disinfettare le vie respiratorie
  • Piantaggine: pianta erbacea della famiglia delle Plantaginaceae. Tradizionalmente usata nella cura delle affezioni delle vie respiratorie superiori per la sua attività emolliente ed espettorante ma anche emolliente in condizioni di secchezza delle mucose del tratto respiratorio

 

Può essere utile utilizzare anche un mix di rimedi, aggiungendo per esempio al miele alcuni estratti vegetali che agiscono in sinergia sulla tosse.

Il complesso Demultox®, marchio registrato ed esclusivo di Schwabe Pharma Italia, contiene estratti titolati di elicriso, inula e piantaggine. Associato al miele risulta un ottimo rimedio per tutti i tipi di tosse, adatto anche a bambini e donne in gravidanza, anche se consigliamo tuttavia di consultare sempre il medico/ginecologo per una corretta valutazione.

Leggi anche Flora Batterica e Fermenti Lattici in Gravidanza e Naso Chiuso in Gravidanza: Cosa Fare?