Come Eliminare le Vampate in Menopausa

Le donne devono superare nel loro percorso di vita dei passaggi cruciali, che comportano sensazioni nuove: la comparsa del primo ciclo, il parto, fino ad arrivare alle famose vampate di calore in menopausa. Tutte situazioni in cui il corpo prende il sopravvento, dove la donna non riesce ad avere un controllo, e ciò può diventare fonte di forte disagio.

Le vampate di calore in menopausa ci fanno sentire come una pentola a pressione, dove il calore all’improvviso cerca disperatamente una via di uscita, come se la pentola stesse per esplodere.

La differenza con le altre fasi è che all’età in cui compaiono i sintomi della menopausa spesso si è nel pieno della propria vita lavorativa e famigliare ed il disturbo viene visto come una debolezza. Ecco che accanto alla vampata di calore si abbinano sensazioni di ansia e irritabilità.

Vediamo insieme come eliminare le vampate in menopausa e i rimedi naturali che possono permettere alla donna di vivere la quotidianità in serenità.

 

Identikit della Vampata: Come e Perché

La vampata di calore si manifesta con sudorazione profusa localizzata in punti precisi del corpo e arrossamento al volto. Ciò arreca fastidio, soprattutto in presenza di altre persone.

La temperatura del corpo non cambia, la temperatura della cute invece in pochi minuti sia alza di qualche grado, indipendentemente dalle condizioni esterne, fino a toccare i 35°, come fosse improvvisamente ai tropici. Da qui inizia il processo di sudorazione per raffreddare il corpo con sensazione di brivido, come se ci mettessero in frigorifero. A questo si possono aggiungere sintomi altrettanto fastidiosi come la tachicardia ed il mal di testa.

La durata, la frequenza e l’intensità di questi sintomi sono diversi da donna a donna.

Ma perché avvengono? Le vampate sono dovute ad una anomalia a livello vascolare che porta ad un repentino aumento del flusso del sangue a livello superficiale, a sua volta causato dalla variazione dell’equilibrio ormonale estro-progestinico.

In altre parole, la diminuzione di estrogeni e progesterone innesca un meccanismo che porta all’aumento di altri ormoni, quali l’LH, luteinizzante, responsabile dell’ovulazione e della trasformazione del follicolo in corpo luteo, e l’FSH, follicolostimolante, che stimola la maturazione dei follicoli nelle ovaie. L’aumento di questi ormoni che mandano segnali anomali all’ipotalamo manda in tilt il nostro “termostato” fisiologico.

 

Vampate di Calore: i Rimedi

Come sempre, per favorire una serena convivenza con questo disturbo, prima ancora di avvalersi dell’aiuto di integratori e rimedi naturali è importante rivedere il proprio stile di vita e l’alimentazione.

Dal punto di vista alimentare è opportuno cogliere l’occasione per riportarsi a regime qualora non lo si facesse già, facendo attenzione ad arricchire la propria dieta di frutta e verdura fresca, per un beneficio generale, anche sul contrasto dell’invecchiamento. Nell’alimentazione equilibrata è bene evitare cibi che possono “surriscaldarci”, come condimenti particolari, cibi piccanti, cioccolata, caffè, alcool.

L’idratazione è importante e il supporto dell’acqua diventa essenziale per tenere sotto controllo la temperatura e ristorarsi con la sua freschezza.

Accanto a questi accorgimenti generali è bene ricordare come alcuni cibi siano naturalmente ricchi in fitoestrogeni naturali, per cui la loro inclusione nella dieta contribuisce a recuperare l’equilibrio ormonale. Un esempio sono soia, avena, salvia, mandorle, lenticchie e fagiolini.

Per quanto la quotidianità sia frenetica, il corpo ci impone di trovare dei momenti di relax per riposarci e prendere fiato dagli stress, magari con una passeggiata all’aria aperta in mezzo alla natura o praticando attività come lo yoga e il piloga, che prima di tutto ci aiutano a respirare profondamente e ritrovare contatto con il nostro corpo, buttando fuori tutte le negatività.

Infine, vestirsi a strati senza appesantirsi troppo aiuta a gestire la situazione quando la vampata di calore ci coglie senza troppi preavvisi.

 

Rimedi Naturali per le Vampate in Menopausa

Vista la profusa sudorazione e l’irritabilità che accompagnano le vampate di calore, diventa un ottimo sostegno integrare del magnesio. Meglio se da fonti organiche, più biodisponibili, per recuperare l’equilibrio elettrolitico e attenuare l’irritabilità.

Se tutto ciò non è sufficiente si può ricorrere a dei rimedi naturali che, attraverso l’utilizzo di estratti di piante, garantiscono un introito di fitoestrogeni e fitoprogestinici. Infatti, oltre agli estrogeni, anche il progesterone cala in maniera repentina fino ad azzerarsi fin dalla premenopausa con conseguenti disturbi.

Accanto a piante più classiche e note come soia o trifoglio rosso, che stimolano i recettori estrogenici, sono altrettanto importanti piante come la Dioscorea villosa, nota anche come Igname selvatico, che riequilibra la componente progestinica.

La scelta del tipo di estratto è fondamentale, poiché alcune piante, come la Dioscorea villosa in estratto semplice, per via orale non sono molto biodisponibili. Per ovviare a questo inconveniente sono disponibili degli estratti opportunamente lavorati per risolvere la problematica dell’assimilazione, per renderla più biodisponibile e quindi più efficace. Un esempio tra tutti è l’estratto Progeplus®, fino a 8 volte più biodisponibile, brevetto esclusivo proposto da Schwabe Pharma Italia nel prodotto Estronorm® PRO.

In ogni caso, si consiglia sempre di sentire anche il parere del proprio medico per capire se l’integrazione può essere utile al nostro caso specifico.

Gli strumenti ora ci sono tutti, non resta che trovare la propria ricetta magica per spegnere il bollore interno che tanto ci affanna.

 

Leggi anche Tutti i Benefici del Magnesio e Come Gestire la Stanchezza Fisica in Menopausa

Prodotti Correlati