Come Alleviare Tosse e Raffreddore Durante la Notte

Quando fanno la loro comparsa, disturbi come tosse e raffreddore possono, tra le altre cose, rendere difficoltoso il riposo notturno.

Spazio dunque alla ricerca e sperimentazione di semplici soluzioni che permettano di alleviare i disturbi, aiutandoci a capire come dormire con la tosse e il raffreddore.

 

Tosse e Raffreddore: un Riposo a Ostacoli

La congestione delle mucose nasali produce una riduzione del calibro delle vie aeree superiori. La conseguente difficoltà a respirare con il naso può provocare apnee notturne e la necessità di respirare con la bocca. L’aria introdotta attraverso la bocca non è adeguatamente filtrata ed umidificata, e può creare secchezza e fastidio alle mucose già irritate a causa del virus del raffreddore.

Anche dormire con la tosse presenta non poche criticità.

In caso soprattutto di tosse irritativa e stizzosa, la notte rappresenta infatti un momento critico. Infatti, la deglutizione si interrompe e le mucose della gola, non più umidificate dal passaggio della saliva, si asciugano e si irritano. Di conseguenza viene stimolato maggiormente il riflesso della tosse, creando un circolo vizioso che rischia di interferire pesantemente con il sonno.

La tosse che non fa dormire è una problematica molto seria, che deve essere affrontata adeguatamente proprio per le ricadute che può avere sulle attività diurne e sulla qualità di vita di tutta la famiglia.

Nonostante la tosse sia un riflesso fisiologico, che ha lo scopo di eliminare eventuali agenti irritativi inalati o già presenti all’interno delle vie aeree, può rappresentare anche il sintomo di un’infezione virale delle vie respiratorie.

 

Come Dormire Meglio in caso di Tosse e Raffreddore

Alcuni accorgimenti possono essere di aiuto contro la tosse che non fa dormire:

  • Umidificare adeguatamente l’ambiente utilizzando umidificatori elettrici per qualche minuto prima di coricarsi, oppure mettendo bacinelle di acqua sopra i termosifoni, poiché l’aria secca ha una azione irritativa sulle mucose;
  • Tenere in camera una temperatura non troppo elevata, poiché il calore tende ad asciugare le mucose e stimolare ancora di più il riflesso irritativo della tosse;
  • Utilizzare diffusori di olii essenziali di timo, menta o eucalipto, che esercitano una valida azione balsamica.

 

Rimedi per Dormire in Caso di Tosse

Senza dubbio il rimedio principe per la tosse che non fa dormire è lo sciroppo antitussivo.

Ideale una soluzione a base di miele, le cui proprietà emollienti ed anti-irritative sono note da millenni e sono state dimostrate scientificamente da ricerche recenti. È preferibile l’associazione del miele con piante medicinali a base di mucillagini, come per esempio la malva. Le mucillagini sono delle macromolecole in grado di esercitare un effetto barriera sulle mucose irritate, in modo da proteggerle dal contatto con agenti irritanti o aria secca.

Quando si assume uno sciroppo, è preferibile optare per la sera, in modo che eserciti il suo effetto protettivo a lungo e abbia una azione prolungata. Così facendo, garantirà l’interruzione dello stimolo a tossire per tutta la notte.

Se la tosse fosse dovuta ad una infezione virale, accompagnata anche da raffreddore e mal di gola, può essere di aiuto associare allo sciroppo per la tosse, l’estratto standardizzato e brevettato di Pelargonium sidoides (EPs® 7630), una varietà medicinale di geranio sudafricano. Questo estratto ha dimostrato di esercitare un’azione antivirale direttamente sulle cause che sono alla base di tosse, raffreddore e mal di gola. Lo sciroppo antitussivo, invece, allevia subito le cause che provocano lo stimolo a tossire.

 

Leggi anche Tipologie di Tosse: Come Distinguerle e Trattarle e Stanchezza Post-Influenzale: Come Ritrovare le Energie

Prodotti Correlati

Kaloba®

Raffreddore, tosse e mal di gola